Home / Chi siamo

Chi siamo

image_pdfimage_print

AltraPsicologia è l’associazione nazionale di categoria degli psicologi che si occupa di politica professionale, nata nel 2005 per promuovere un miglioramento della cultura psicologica e della professione di psicologo, intende rappresentare i circa 90.000 Psicologi e Psicologhe iscritte/i all’Ordine.

Attualmente AltraPsicologia conta alcune migliaia di associati e continua con il suo impegno nelle istituzioni e nella società civile per l’informazione, la tutela e la promozione della psicologia in tutti i settori. Amministra diversi Ordini regionali e la cassa di previdenza ENPAP, oltre a essere presente in minoranza in molti altri Ordini regionali. Il suo vertice è tenuto da un direttivo di nove persone eletto dai soci ordinari e il presidente è Federico Zanon e vicepresidente Paola Biondi.

Gli obiettivi di Altrapsicologia sono:

  • sviluppare uno spazio informativo immediato, trasparente e di qualità per lo psicologo e i cittadini;
  • creare un’aggregazione professionale forte e coesa, consapevole del proprio valore professionale attorno ad un progetto per la Psicologia che sia etico, credibile e sostenibile;
  • pianificare iniziative volte alla promozione della professione presso la società civile e presso il mercato del lavoro;
  • rappresentare gli psicologi presso le istituzioni e la società civile.

Nel perseguire questi obiettivi, AltraPsicologia si ispira a principi di colleganza, qualità, etica (rispetto e chiarezza), coerenza e innovazione.

Dalla sua nascita nel 2005 AltraPsicologia si è occupata attivamente della politica professionale degli psicologi portando un migliaio di persone in piazza a Roma per evitare il passaggio della psicologia clinica a medicina. Nel 2006 l’associazione ottiene i primi consiglieri in alcuni Ordini professionali e inizia a informare costantemente i colleghi di quanto accade nelle istituzioni e, soprattutto, di come sono utilizzate le risorse. Grazie a questa attività l’associazione ha sempre più seguito e sostenitori e, nel 2009, sono eletti i primi consiglieri anche nel Consiglio di Indirizzo Generale della cassa previdenziale (ENPAP) e vince le elezioni in Lombardia andando così ad amministrare l’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

Nel 2012, grazie all’attività dei suoi consiglieri nel Consiglio di Indirizzo Generale, è in prima fila a denunciare lo scandalo dell’allora presidente ENPAP per l’acquisto dell’immobile di via della Stamperia a Roma chiedendo le sue dimissioni con una mozione sostenuta da più di 8000 iscritti. Nel 2013 vince le elezioni e ottiene il governo dell’ENPAP impostando la gestione sui propri valori e distinguendosi per trasparenza. Dal 2014 vince le elezioni e amministra l’Ordine del Lazio, del Piemonte e delle Marche, oltre ad avere altri consiglieri eletti in diverse regioni italiane.