E lo psicologo paga…

Inviato il curriculum riceve la seguente comunicazione:

Il link è il seguente:

http://www.mathesisform.it/attachments/article/154/Modulo%20selezione%20Mathesisport.doc

Nel modulo è espressamente specificato che:

Ora, non possiamo che chiederci

 da quando bisogna pagare per poter effettuare una selezione?

Insospettita, la collega richiama per chiedere spiegazioni:
collega:”Salve mi scusi… ma sbaglio o nel modulo di selezione devo impegnarmi a versare una quota di 20 euro per fare il colloquio?”
risposta “Sì signorina…”
collega: “Ma quindi i 20 euro non sono per il progetto o qualcosa del genere…. Sono proprio per POTER PARTECIPARE al colloquio?! Le potrei chiedere il motivo di tale quota?”
risposta: “eh… così è stato deciso dal centro…”
collega: “ok, buona serata!”

Come viene giustificata e fatturata tale cifra?

 e soprattutto

 a che titolo chiedere una somma di danaro per effettuare un colloquio?

Questo è quanto capitato ad una psicologa, una professionista laureata, abilitata all’esercizio della professione e, come molti, alla ricerca di un lavoro.

A noi tutto questo non sembra corretto,

ma lasciamo ogni considerazione al lettore.