[Veneto] Gruppo di intervisione sui casi clinici

Sei uno psicoterapeuta?
Ti piacerebbe partecipare alla discussione di un caso clinico tra pari, anche di approcci diversi?
Vorresti creare rete con i colleghi veneti?

PARTECIPA AL NOSTRO GRUPPO DI INTERVISIONE SUI CASI CLINICI!

L’intervisione è uno spazio di confronto tra pari, all’interno del quale i colleghi e le colleghe hanno la possibilità di condividere e accrescere le proprie conoscenze, aprire uno spazio di riflessione e di confronto sul proprio lavoro in un clima di scambio reciproco.
Gli incontri verranno organizzati da due facilitatrici, che non svolgeranno alcuna funzione di supervisione.
I casi clinici verranno presentati di volta in volta da uno dei partecipanti, in base alle necessità e agli interessi condivisi dal gruppo.

Il gruppo è rivolto a psicoterapeuti del Veneto in fase di avvio professionale o già avviati.
Per facilitare la condivisione e il confronto, gli incontri saranno aperti ad un numero ristretto di colleghi (massimo 6).

Gli incontri si terranno online, attraverso la piattaforma Meet.

Le facilitatrici saranno le dott.sse Chiara Centomo e Federica Sandi, psicologhe e psicoterapeute.

Il primo incontro è previsto per mercoledì 10 marzo, dalle 21.00 alle 23.00; la serata sarà dedicata alla conoscenza tra i partecipanti e alla condivisione delle prassi operative del gruppo.
Gli incontri successivi saranno mercoledì 14 aprile, 12 maggio e 16 giugno.

La partecipazione è possibile solo previa iscrizione ed in base alla data di arrivo, fino ad esaurimento dei posti disponibili. È possibile dare la propria adesione compilando il form sottostante.

CLICCA QUI

 

 




OPV in numeri

Sì lo so, agli psicologi non piacciono molto i numeri, a meno che non si tratti di statistiche, deviazioni standard, percentuali di comorbilità, di presenza nella popolazione etc…

Però sono diventato Tesoriere di OPV e sono, di base, ragioniere, e quindi mi occupo di un altro tipo di Numeri. Quelli contabili-amministrativi.

Volevo brevemente presentarvi quali ho trovato finora, dal 9 gennaio 2020, perché magari tra un anno saranno differenti (me lo auguro!).

I numeri spesso non piacciono perché ti danno delle misure, positive e negative, che ti dicono in che direzione stai procedendo, nel bene e nel male, e per questo sono utili!
Perché ti dicono se devi cambiare strada, oppure insistere.

Anche a me non piacevano quelli che mi riguardavano un po’ di tempo fa.

Psicologi e numeri? Da quello che vedo e sento, in generale, non vanno molto d’accordo. Mi riferisco a quelli contabili-amministrativi, ovviamente!
È un peccato, perché quando ci prendi un po’ di confidenza diventano un barometro e una bussola per sviluppare la professione. Mi viene da aggiungere che sono anche imprescindibili per l’attività: li devi saper conoscere e interpretare (non freudianamente!).

Ve ne presento alcuni, giusto per darvi un’idea di cos’è OPV visto attraverso la lente dei Numeri.
Numero iscritti: 9.900 circa
Impiegate: 3, di cui una part time.
Qui parte la prima riflessione: per me sono delle Eroine.
Non lo scrivo per ruffianeria nei loro confronti, ma perché lo sono davvero.
Il rapporto è 1 a 3.300 iscritti ciascuna. Con centinaia di mail e telefonate gestite quotidianamente. Spesso doppie, triple, quadruple, quintuple da parte degli stessi… (stiamo lavorando per avere un sito che riduca questo flusso, inondazione, continua).
Ci sono Ordini che hanno 1 impiegata/o ogni 800 iscritti: il rapporto ideale, virtuoso, è di 1 impiegata/o ogni 1.300 iscritti (come Enpap).

Perché sono partito da questi numeri? Lo capirete leggendo gli altri.

Il mio primo obiettivo, che poi era nel nostro programma elettorale, è quello di modificare questo rapporto.
Prevediamo l’inserimento progressivo di 3 impiegate nei prossimi tre anni, se verrà mantenuto l’equilibrio economico-finanziario di OPV.

Appena verrà approvata la variazione dal CNOP, procederemo spediti per l’assunzione della quarta impiegata, mi auguro già entro l’anno, che diventi poi operativa in organico dal gennaio 2021. Adotteremo la procedura della mobilità tra PA (Pubbliche Amministrazioni) la quale è a costo zero per OPV.
Nella speranza di trovare la risorsa adeguata da inserire, altrimenti dovremo procedere con Concorso Pubblico e questo invece ha un costo ed è molto laborioso.

NOTA: spesso userò espressioni come “mi auguro”, “nella speranza che”, non perché mi affido al destino, ma perché sto sperimentando le complicanze della Burocrazia negli Enti Pubblici.

275.000,00 euro circa, la cifra che dobbiamo versare al CNOP come quota regionale. Sia che incassiamo le quote oppure no. Sono 28,00 euro su 150,00 per ogni iscritto.
Cosa significa? Significa che se un iscritto non versa la quota (anche per anni) come Ordine, siamo comunque tenuti a versare i 28,00 euro al CNOP, ogni anno.
Effetto 1: si riduce la liquidità, perché ci sono meno soldi disponibili.
Effetto 2: tagli alle spese in primis e ai servizi poi. (*)
Effetto 3: sospensione degli iscritti che non versano da due anni. Purtroppo sono molti e per ben più anni.
(*) esempio di tagli alle spese che ho operato: 14 SIM Card non utilizzate da anni ma su cui pagavano la TCG (Tassa Concessione Governativa) ogni due mesi per un totale di circa 2.800,00 euro/anno. Forse sembrano pochi, ma se li sommi negli anni, diventano cifre importanti!

TFR, ovvero Trattamento di Fine Rapporto, è l’unica cifra che deve rimanere in Cassa a OPV, il resto deve essere speso, lo dice la legge in merito ai Bilanci degli Enti Pubblici non-economici. È la cifra che si accantona per legge per quando un dipendente va in pensione oppure cambia datore di lavoro.
E’ l’unica liquidità che ho trovato in cassa.

Poi a fine gennaio hanno cominciato ad arrivare le nuove quote annuali che hanno rimpolpato i conti che sono stati spesi per saldare spese sostenute lo scorso anno. E che spese! Legittime sul piano formale, discutibili su quello politico. Circa un terzo delle entrate del 2020 sono state utilizzate per chiudere i conti del 2019. Ad ognuno le proprie riflessioni.

1.000 su 9.900 circa: le risposte ai questionari di aggiornamento dati personali (residenza, telefono, mail…)
Effetto 1: centinaia di agende tornate indietro e ammassate nello stanzino (ricordate la foto pubblicata dal nostro Presidente su “Diventare Psicologo”?). Con enorme spreco di spese postali e ore lavoro da dedicare al controllo ed eventuale reinvio etc etc…
Effetto 2: credo che dalle righe sopra sia chiaro il motivo per cui abbiamo deciso di tagliare questa spesa. Taglio che ci ha permesso di recuperare circa 70.000,00 euro da spendere in altro, esempio: accreditamento ECM dei webinar, assunzione nuova impiegata (con questa cifra ne possiamo prendere 2 di impiegati, compresi gli ECM).

859.000, euro di quote di iscrizione non versate. Se al punto precedente vi siete arrabbiati perché non riceverete l’agenda, questo paragrafo vi dovrebbe far arrabbiare ancora di più, perché è uno dei motivi del taglio delle agende.
Questa è l’esorbitante cifra ereditata negli ultimi 8 anni. Ci sono iscritti che NON versano la quota da anni (per i più svariati motivi) e che si è accumulata nel tempo fino a raggiungere questa cifra. Immaginate cosa si potrebbe realizzare con questa cifra a favore di TUTTI. Sì, anche l’agenda!
Da ottobre scatterà il blocco all’accesso all’Area Riservata (dove caricheremo i codici per le convenzioni, i webinar, i materiali…) per chi non è in regola con la quota di iscrizione da più di 3 anni. Daremo il tempo e la possibilità a tutti di regolarizzare la propria posizione, poi chi risulterà ancora irregolare dovrà accettare le sanzioni previste.
La peggiore, che non vorrei assolutamente applicare, è la sospensione che significa che NON puoi lavorare come psicologo, con tutte le conseguenze che potete immaginare. NOTA: non è una sanzione che decidiamo noi, ma è prevista dalla Legge e che siamo tenuti ad applicare.
Mi direte: ma con la crisi che c’è come faccio a pagare? In verità ho scoperto che tanti che non pagano, in realtà, possono permetterselo eccome! Una buona fetta invece è semplicemente “scomparsa”.

Mi fermo qui per ora, tornerò ad aggiornarvi con altri numeri presto, spero!




13 Aprile – Treviso – Workshop “Attente al Lupo”

Altrapsicologia Veneto, Rete al Femminile Treviso, Associazione Donne Medico Treviso, sono liete di presentare il workshop “Attente al lupo”.

Il progetto #attenteallupo ha il suo fondamento nell’idea che l’auto-protezione non passi da azioni fisiche aggressive, ma da un cambiamento di mentalità e di atteggiamento.

Smantellare l’immagine stereotipata della donna, passiva, inerme di fronte a possibili manipolazioni o aggressioni, saper riconoscere segnali di scambi disfunzionali e scoprire quali possano essere gli strumenti per prenderne le distanze; allenarsi nella comunicazione assertiva; conoscere le norme basilari strategiche e operative di sicurezza personale a partire dall’analisi della situazione ambientale e dalla difesa del proprio spazio intimo tramite postura e voce.

Per far sì che questi concetti non vengano solo raccontati ma interiorizzati e resi efficaci, alla teoria verrà affiancata la SPERIMENTAZIONE FISICA dei concetti proposti, attraverso semplici esercizi, simulazioni, giochi su attenzione e reazione, proattività.

I concetti appresi verranno declinati in modo specifico per chi lavora in contesti ad alto rischio: attraverso l’analisi di una situazione-tipo (uno studio professionale) verranno sperimentate in prima persona tutte le complessità che possono essere riscontrate nella vita reale, individuando piccoli ma fondamentali accorgimenti da mettere in atto.

Condurranno: Silvia Spinelli, psicologa psicoterapeuta e formatrice, e Bruno Garbi formatore civile e militare, consulente in ambito intelligence and security, esperto in processi decisionali in situazioni di stress e nella valutazione di segnali precoci di pericolo.

 

Quando: sabato 13 aprile alle h. 9,30-12.30

Dove: Biblioteca di Sant’Antonino , via Sant’Antonino190/A  – TREVISO

La partecipazione è gratuita ma i posti sono limitati.

Prenotarsi attraverso il link: https://goo.gl/forms/rNnIVCTv9ChyJXU42




Lo storytelling in terapia: le storie che curano – Verona

Lo storytelling è una chiave di accesso, rapida e ricca di elementi, alle dinamiche più profonde della psiche: ogni storia diventa una rappresentazione, figurata e simbolica, del nostro mondo interiore.
Le storie hanno un forte impatto terapeutico: ci avvicinano ai contenuti più profondi facilitandone la comprensione. Assieme ai nostri pazienti è possibile così costruire delle storie, con cui tracciare e seguire un personale percorso, verso la guarigione o la crescita.


I partecipanti all’evento saranno introdotti allo strumento dello storytelling e ne conosceranno l’utilità e l’efficacia all’interno di percorsi psicologici con bambini, adolescenti e adulti.

DOVE: Centro Circoscrizionale “A. Dall’Oca Bianca” di Borgo Nuovo situato in Via Trapani nn. 8-10 – 37138 Verona

QUANDO: Mercoledì 27 Marzo alle ore 18:30

Evento gratuito ma prenotazione obbligatoria al link: https://goo.gl/Q3td5Q




Diventa Psicologo Professionista, fai i passi giusti!

Venerdì 1 marzo 2019, dalle ore 15.00 alle ore 18.00 a Pordenone (sala incontri della BCC Pordenonese in Via G. Mazzini, 47/D, 33170)

Un incontro dedicato a chi sta avviando la professione ed anche a chi ha già cominciato ma sente la mancanza di qualche dritta essenziale. Condivideremo informazioni utili per muoversi nel mercato, a partire dalle nostre esperienze personali e dalle conoscenze acquisite in questi anni di pratica professionale.

  • Conosci AltraPsicologia? La forza di una comunità al tuo fianco. con Emiliano Guarinon, Psicologo, Consigliere Cig Enpap, Coordinatore Altrapsicologia Veneto e Friuli Venezia Giulia
  • Primi passi da psicologo: da dove comincio? quanto mi costa? cosa mi manca per iniziare la libera professione?  con Fortunata Pizzoferro, Psicologa e Psicoterapeuta, Consigliera Cig Enpap
  • Privacy, GDPR, Fatturazione Elettronica: no panic! Aspetti pratici per gestire i nuovi obblighi. con Luca Pezzullo, Psicologo, Consigliere Cig Enpap
  • ENPAP per psicologi: cos’è? Quali opportunità mi offre? con Stefania Vecchia, Psicologa, Consigliera di Amministrazione Enpap
  • Siamo imprenditori? Facciamoci pagare il giusto! Come calcolare il valore della propria prestazione. con Luca Pezzullo, Psicologo, Consigliere Cig Enpap

L’incontro si terrà presso la sala incontri della BCC Pordenonese in Via G. Mazzini, 47/D, 33170 Pordenone

Evento libero, riservato agli psicologi, previa prenotazione del posto, tramite il seguente form: https://goo.gl/forms/btuAXJXS8XwqrH182