Specialistica Ambulatoriale in Emilia-Romagna: Istruzioni per l’uso!

Fino al 1 febbraio 2021 puoi fare domanda di inclusione nelle graduatorie di Specialistica Ambulatoriale 2022 per l’Emilia-Romagna.

Di seguito cercheremo di conoscere di più questa opportunità lavorativa e guidarti, passo dopo passo, per compilare e inviare la domanda online.

 

COS’E’ LA SPECIALISTICA AMBULATORIALE? 

La specialistica ambulatoriale è un’opportunità rivolta a diversi professionisti sanitari specialisti, fra cui gli psicologi, che consente di lavorare negli ambulatori e nei laboratori del Servizio Sanitario Nazionale.

 

QUALI REQUISITI SONO NECESSARI?

I requisiti, previsti dall’Accordo Collettivo Nazionale, sono:

  • Laurea in psicologia
  • Iscrizione all’albo professionale
  • Titolo di specializzazione (diploma di specializzazione rilasciato dalle Scuole Universitarie o dagli Istituti Privati riconosciuti ai sensi degli articoli 3 e 35 della Legge 56/89 ovvero Scuole di psicoterapia).

 

SCADENZE E VALIDITA’

Per l’inserimento nelle graduatorie ambulatoriali del 2022 le domande vanno presentate entro il 1 febbraio 2021 al link https://specialisticheweb-gru.progetto-sole.it.  La domanda di inclusione nelle graduatorie regionali deve essere presentata ogni anno.

Essere inseriti in graduatoria non equivale ad essere contattati per un affidamento di eventuali incarichi vacanti. Per tale opportunità si deve attendere la pubblicazione del bando di “Turni vacanti specialistica ambulatoriale” per l’Azienda Usl di tuo interesse ed effettuare apposita domanda che può contenere la richiesta di possesso di particolari e aggiuntivi requisiti professionali. I bandi vengono pubblicati dalla Azienda USL:

  • dal 15 al 31 marzo
  • dal 15 al 30 giugno
  • dal 15 al 30 settembre
  • dal 15 al 30 dicembre

 

CONTATTI

Per eventuali dubbi, problemi o chiarimenti consulta la pagina dedicata della Regione Emilia-Romagna e dell’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna oppure chiama i seguenti numeri telefonici:

  • lunedì/martedì dalle 9.00 alle 13.00 (051-6584663)
  • mercoledì/giovedì/venerdì dalle 9.00 alle 13.00 (051-5277298)

Puoi scrivere anche a: MediciSpecialistiWeb@regione.emilia-romagna.it

 

GUIDE UTILI:

  • Infografica descrittiva in fondo all’articolo
  • Manuale compilazione della domanda online per l’Emilia-Romagna CLICCA QUI

 

IN BOCCA AL LUPO!!!

AltraPsicologia Emilia-Romagna

 

 

 




Come ridisegnare la scuola nel post-emergenza Covid: verso una psicologia scolastica di comunità

Ti aspettiamo

lunedì 13 luglio dalle 18.30 alle 20.00

per un confronto online sulla nostra pagina Facebook

con l’On. Luigi Gallo (Presidente Commissione Cultura, Scienza ed Istruzione)

e diversi attori istituzionali e professionali

 

Premesse e obiettivi dell’incontro

L’emergenza Covid-19 ha svelato e acutizzato molte delle vulnerabilità preesistenti nella scuola e nel suo essere comunità. Accanto alle fragilità storiche, sono emerse anche molte risorse e possibilità e soprattutto una importante opportunità di cambiamento e ripensamento della scuola.  Un scuola inserita e parte di una comunità più ampia con competenze da poter valorizzare e mettere a sistema, in cui un ruolo essenziale spetta alla psicologia soprattutto nell’ambito della psicologia sociale, scolastica e di comunità. 

Questo primo incontro mira a favorire il confronto e le riflessioni su esperienze di ricerca e intervento tra diversi attori che possano far luce sulle implicazioni psicosociali del Covid e sulla urgenza ancora più’ impellente di una nuova strutturazione in ambito scolastico di professionisti che prevengano il disagio e promuovano salute, benessere e felicità. Competenze professionali specifiche degli psicologi da non intendersi spendibili unicamente come sostegno/sportello psicologico individuale per studenti o docenti ma competenze che attengono alla gestione dei gruppi, dei processi partecipativi della comunità’ scolastica, che promuovano relazioni ai diversi livelli del sistema dal micro al macro.  Lo psicologo scolastico di comunità’ e’ esperto del processo, facilitatore nel lavoro di rete tra la scuola ed il territorio, e’ portatore di un pensiero sul funzionamento della fisiologia del sistema, del benessere organizzativo, delle norme e delle relazioni che tutelano la salute, l’apprendimento socioemotivo, e promuovono l’empowerment, il senso di potere incidere apportando un cambiamento non solo individuale ma anche dei contesti in cui si interagisce attraverso diversi metodi che vedono la partecipazione attiva dei membri della comunità’. 

Ad oggi numerose sono state le proposte di legge che presentavano risposte, anche non esaustive, ai bisogni del sistema scuola, arenate o bloccate nella fase di reperimento dei fondi dedicati.  Non e’ pensabile lasciare all’autonomia scolastica, il reperimento di fondi e risorse per piccoli progetti a termine, come è stato spesso finora, perché il risultato è la precarietà degli interventi, dei professionisti e dei risultati, ma chiedere e impegnarsi affinché la salute psicologica dell’individuo e del sistema scuola sia un bene comune, e pertanto incoraggiato dall’istituzione centrale con una strutturazione delle competenze professionali. Di fatti, assistiamo preoccupati o alla mancanza cronica dei servizi dedicati oppure all’affidamento a personale non qualificato  (spesso non psicologi) con carattere estemporaneo e con pagamenti delle prestazioni ai limiti del caporalato intellettuale (sportelli di ascolto anche per 4 euro l’ora). 

Durante questa emergenza, la scuola ha pagato tra i prezzi più alti del lock down. L’isolamento sociale e la paura del contagio aumentano diffidenza e disagio psicologico, e soprattutto in una fascia delicata della crescita dei giovani, ha ed avrà serie compromissioni anche dal punto di vista dell’apprendimento, se non si interviene in modo tempestivo chiedendoci come tutelare la salute ed una qualità relazionale, anche in un periodo di allerta per il ritorno della pandemia. 

Come ripensare la scuola, e mettere al centro la persona, i gruppi e le relazioni di comunità, valorizzando le competenze e delle conoscenze maturate in ambito psicologico? E’ possibile ripensare alla scuola, i suoi servizi con professionalità  e processi di innovazione dedicati e come? Esistono esperienze, scientificamente fondate, sistematizzate, replicabili o da sperimentare in sinergia con altri attori istituzionali? Quali alleanze è possibile costruire tra il mondo politico, Universitario, Ordini professionali, Cassa di previdenza Enpap e associazioni di politica professionale?

A queste ed altre domande cercheremo di dare risposta attraverso una serie di confronti pubblici e di gruppi di lavoro dedicati come AltraPsicologia.

 

Facilitano l’incontro  Francesca Scafuto & Luana Valletta

CONTRIBUTI

. Come il benessere diminuisce a scuola: Risultati di una ricerca-intervento e quali indicazioni per sviluppare resilienza nel post COVID. Francesca Scafuto, PhD Psicologia della salute, Psicoterapeuta adolescenza, former Fulbright Scholar e membro KDPI. 

. L’intervento della psicologia di comunità a scuola: lavorare con i sistemi. Luana Valletta, PhD, Coordinatrice AltraPsicologia-ER, Vicepresidente Ordine degli Psicologi Emilia-Romagna

. La scuola come comunità e per la comunità: Service Learning e promozione di competenze di cittadinanza. Cinzia Albanesi, Prof.ssa Associata Unibo, coordinatrice CdL magistrale in Psicologia Scolastica e di Comunità, Presidente ECPA (European Community Psychology Associations)

. Il ruolo dello psicologo scolastico tra precarietà e necessità di definizione.  Trovare risposte creative ai problemi/bisogni psicologici emergenti– Gabriele Raimondi (Presidente OPER, membro del gruppo di lavoro del CNOP psicologo di psicologia scolastica)

. Orientare e finanziare le sperimentazioni di un modello efficace di psicologia scolastica per un progetto di normazione scientificamente centrato. Felice Torricelli, Presidente Enpap e Presidente AltraPsicologia

. Dall’osservatorio della Commissione Istruzione, quali bisogni e quali possibili proposte per una normativa sulla psicologia scolastica di comunità. Luigi Gallo, Presidente Commissione Cultura, Scienza ed Istruzione.




Psicologi e natura: esperienze, intuizioni e innovazioni

Continuano gli incontri e gli eventi organizzati dai nodi territoriali di AltraPsicologia Emilia-Romagna!

Dopo il webinar “Psico(farmaco)logia” organizzato dal Nodo AP di Bologna e i 3 gruppi di intervisione ancora attivi su Bologna segnaliamo un nuovo evento ideato e promosso dal Nodo di AP di Reggio Emilia:

Psicologi e Natura: esperienze, intuizioni e innovazioni

 

▶️ Perchè confrontarsi sul legame tra Psicologi & Natura, da dove nasce?
La natura, per il genere umano, ha sempre rappresentato una dimensione di crescita e guarigione, fin dall’inizio della nostra storia. Esiste una connessione e un legame profondo, tra essere umano e sistema-natura. In questo particolare periodo storico un dialogo su questa tema e rispetto a diverse sperimentazioni di interventi outdoor diventa ancora più attuale.
L’obiettivo è dell’incontro è di rappresentare le diverse esperienze in corso per poi poter sviluppare un tavolo di studio, formazione e ricerca regionale sul tema dell’outdoor come contesto di cura, riabilitazione e sviluppo di comunità.

▶️ Quando si terrà e come iscrivermi?

Ti aspettiamo venerdì 3 luglio dalle 18.00 alle 20.00 sulla piattaforma gotowebinar.
Puoi iscriverti dal link https://bit.ly/31ldCNQ

▶️ Chi può iscriversi?
Psicologi e studenti in psicologia che hanno voglia di confrontarsi e di pensare alla psicologa all’aria aperta e a tutti i possibili percorsi di innovazione, sperimentazione e ricerca

▶️ Programma
Moderano
✅ Valentina Barbieri, facilitatrice nodo AP Reggio Emilia

✅ Francesca Cavallini, psicologa, docente a contratto Unipr, fellow di Ashoka Italia, presidente di Tice


Saluti e contributi
✅ Luana Valletta, psicologa di comunità. Coordinatrice AltraPsicologia Emilia-Romagna, Vicepresidente Ordine degli Psicologi dell’Emilia Romagna e docente a contratto Unibo, Unife, Usac

✅ Maria Chiara Sacchetti, psicologa, psicoterapeuta, referente Tice Correggio

✅ Chiara Marchi, psicologa, psicoterapeuta e Giulia Elena Trentini, biologa:
𝘾𝙤𝙡𝙡𝙖𝙗𝙤𝙧𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙩𝙧𝙖 𝙥𝙨𝙞𝙘𝙤𝙡𝙤𝙜𝙞𝙖 𝙚 𝙗𝙞𝙤𝙡𝙤𝙜𝙞𝙖 𝙥𝙚𝙧 𝙖𝙞𝙪𝙩𝙖𝙧𝙚 𝙪𝙢𝙖𝙣𝙞 𝙚 𝙫𝙚𝙜𝙚𝙩𝙖𝙡𝙞

✅ Fernando Bellelli e Valentina Barbieri, psicologa, ripettivamente vicepresidente e collaboratrice di ‘Terra Mia Geminiana società agricola cooperativa sociale’:
𝙇𝙖 𝙩𝙚𝙧𝙧𝙖 𝙘𝙝𝙚 𝙜𝙚𝙣𝙚𝙧𝙖, 𝙘𝙪𝙧𝙖 𝙚 𝙜𝙪𝙖𝙧𝙞𝙨𝙘𝙚. 𝙄𝙡 𝙢𝙚𝙩𝙤𝙙𝙤 𝙩𝙚𝙧𝙖𝙥𝙚𝙪𝙩𝙞𝙘𝙤 𝙙𝙚𝙡𝙡’𝙖𝙜𝙧𝙞𝙘𝙪𝙧𝙖®

✅ Francesca Scafuto, psicoterapeuta, Phd in Psicologia della salute:
𝙇𝙖 𝙣𝙖𝙩𝙪𝙧𝙖 𝙚 𝙡𝙖 𝙨𝙖𝙡𝙪𝙩𝙚: 𝙞𝙡 𝙧𝙪𝙤𝙡𝙤 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙤 𝙥𝙨𝙞𝙘𝙤𝙡𝙤𝙜𝙤 𝙥𝙚𝙧 𝙧𝙞𝙘𝙤𝙣𝙣𝙚𝙩𝙩𝙚𝙧𝙨𝙞 𝙖𝙡 𝙎𝙚́ 𝙚𝙘𝙤𝙡𝙤𝙜𝙞𝙘𝙤

✅ Anna Maria Calini, psicologa, psicoterapeuta:
𝙊𝙪𝙩𝙙𝙤𝙤𝙧 𝙚 𝙋𝙨𝙞𝙘𝙤𝙩𝙚𝙧𝙖𝙥𝙞𝙖

✅ Manuela Randazzo, psicologa, psicoterapeuta:
𝙈𝙤𝙣𝙩𝙖𝙜𝙣𝙖𝙩𝙚𝙧𝙖𝙥𝙞𝙖

✅ Alessandra Colombi, psicologa clinica, specializzanda in psicoterapia psicodinamica:
𝘼𝙢𝙗𝙞𝙚𝙣𝙩𝙚 𝙩𝙚𝙧𝙖𝙥𝙚𝙪𝙩𝙞𝙘𝙤 𝙚 𝙩𝙚𝙧𝙖𝙥𝙞𝙚 𝙣𝙤𝙣 𝙛𝙖𝙧𝙢𝙖𝙘𝙤𝙡𝙤𝙜𝙞𝙘𝙝𝙚

✅ Carmen La Serra, psicologa, formata in Outdoor Education e specializzanda in Psicoterapia Biosistemica:
𝙐𝙣𝙖 𝙨𝙘𝙪𝙤𝙡𝙖 𝙛𝙪𝙤𝙧𝙞 𝙙𝙖𝙡𝙡’𝙖𝙪𝙡𝙖: 𝙤𝙪𝙩𝙙𝙤𝙤𝙧 𝙚 𝙗𝙚𝙣𝙚𝙨𝙨𝙚𝙧𝙚 𝙞𝙣 𝙚𝙩𝙖̀ 𝙚𝙫𝙤𝙡𝙪𝙩𝙞𝙫𝙖

▶️ Un particolare ringraziamento va al nodo AltraPsicologia di Reggio Emilia: Valentina Barbieri, Silvia Fagone, Martina Marraffa, Luigi Muto, Francesco Di Muro,  Tice. Live and Learn e a tutte le attiviste e gli attivisti dei diversi nodi territoriali di AltraPsicologia Emilia-Romagna.

 

▶️ Partecipa e seguici anche su:

✅ Gruppi facebook
🎈 AltraPsicologia Emilia-Romagna
🎈 Psicologi Emilia-Romagna

✅ Gruppi WhatsApp Unidirezionali territoriali:

🎈Per Bologna & Modena vai su 👉 https://bit.ly/2muthI9
🎈Per Ferrara vai su 👉 https://bit.ly/2kO3FFC
🎈Per Forlì, Cesena, Ravenna & Rimini vai su 👉 https://bit.ly/2lSiaZi
🎈Per Reggio Emilia, Parma & Piacenza vai su 👉 https://bit.ly/2lUtVhT
 




AperiPark – APeritivo Psicologi Bologna

Continuano gli eventi di Altra Psicologia Emilia-Romagna con un appuntamento estivo al parco per giovedì 11 Luglio 2019 a Bologna. L’occasione sarà utile per incontrare tutti i colleghi del territorio e per conoscerne di nuovi, informarsi sui vari eventi in agenda nei prossimi mesi, confrontarsi sul presente e futuro della nostra professione e passare una bella serata insieme in un fresco parco urbano.

Se vuoi partecipare basta compilare il form al link https://forms.gle/8xJ7YvMQLadtctLKA

e raggiungerci dalle ore 19:45 al “Parco 11 Settembre” in via Azzo Giardino.

Ps. Non dimenticare di portare il tuo bigliettino da visita

Ti aspettiamo!