image_pdfimage_print

Siamo oramai a Dicembre e a breve nelle nostre bacheche e nelle nostre e-mail comparirà il seguente avviso: Il prossimo 31 gennaio  scade la domanda per essere inseriti nelle Graduatorie provinciali ex art. 21 ACN – PSICOLOGI SPECIALISTI AMBULATORIALI.

Ma chi è lo Psicologo Ambulatoriale?? Che cosa fa??

Soprattutto, che fa l’Ordine Psicologi Abruzzo per questo spazio professionale?

Ironicamente possiamo affermare che lo psicologo ambulatoriale è l’amico fortunato dello Psicologo di Base, fortunato perché almeno per questa figura una graduatoria c’è!! Ed ha anche un compito definito ovvero quello di operare all’interno delle Asl effettuando sostituzioni a tempo determinato o ricoprendo turni vacanti. La nostre menti allora si affolleranno di mille domande. Ci sarà chi, tra le nuove leve, sentirà nascere la speranza pensando che in fondo sia un ottima opportunità. Lavorare nelle Asl, ricoprendo posti pubblici sarebbe una manna dal cielo in questi tempi di crisi e in assenza di bandi di concorso. Dall’altra parte invece abbiamo la schiera di quanti questa domanda l’hanno già fatta mille volte e i dubbi affollano la loro mente: ci spero ancora e la rifaccio nuovamente o abbandono ogni speranza sentendomi preso in giro e risparmio bolli e spese di spedizione?

Sarebbe proprio una fortuna riuscire a guadagnare, anche se per poco, i 39 euro circa previsti come compenso orario (si rimanda  all’ACN – Accordo Collettivo Nazionale 23 marzo 2005 –  testo integrato con l’A. C. N. 8 luglio 2010 scaricabile dal sito http://www.sisac.info/default.do o dal sito web dell’Ordine Psicologi Abruzzo ).

Ed è così che presa da un attacco di ottimismo smodato riempi di nuovo il modulo, lo spedisci e  attendi mesi e mesi la pubblicazione della graduatoria… sempre se la pubblicano! Eh si perchè, prendendo a riferimento le graduatorie abruzzesi su quattro province solo una ha pubblicato le graduatorie! A questo punto torni a controllare i termini di valutazione e nelle F.A.Q pubblicate sul sito dell’ordine alla domanda Quando escono le Graduatorie? leggi la seguente risposta: Entro il 30 settembre il comitato provvede alla formazione di una graduatoria provvisoria per titoli. Il Direttore Generale dell’azienda ove ha sede il comitato, ne cura la pubblicazione mediante affissione all’Albo aziendale per la durata di 15 giorni, e contemporaneamente le inoltra ai rispettivi Ordini e al comitato zonale, ai fini della massima diffusione”.

 Il 30 settembre???? siamo già a Dicembre!!

Ma il tuo ottimismo ti impedisce di disperare e giustifichi la cosa pensando che ci sarà stato sicuramente un problema con l’inoltro…. E fu così che la graduatoria in cui tu hai chiesto di essere ammessa e che vale per l’anno successivo a quello della tua domanda non viene pubblicata, o almeno non viene affissa nella bacheca del tuo ordine e allora ti domandi:  Ma questa graduatoria l’hanno stilata veramente oppure ho solo buttato via i miei soldi?? Di nuovo il tuo ottimismo, che inizia quasi ad avere il sapore del patologico, ti porta a pensare che le Asl sicuramente ce l’hanno questa graduatoria… altrimenti come fanno a interpellare i sostituti???

Allora aspetti sperando, non senza sensi di colpa, che qualche tuo/a collega della Asl camminando per le corsie con il suo splendente camice bianco scivoli o prenda una storta o resti incinta o al meglio si becchi l’influenza di stagione in modo da starsene per un po’ a casa. Per il meritato riposo sia ben chiaro…

E’ a questo punto che leggendo qui e là nelle F.A.Q (http://www.ordinepsicologiabruzzo.it/pagina72_psicologia-convenzionata.html)  i tuoi occhi  cadono sull’ ART.40 – SOSTITUZIONI e leggi che per le sostituzioni di durata non superiore ai 30 giorni l’azienda provvede assegnando l’incarico di supplenza o ad uno specialista ambulatoriale o ad un professionista designato dall’interessato oppure,  e solo come terza opzione, secondo l’ordine di graduatoria. Cosa??????? E chi è adesso questo Specialista Ambulatoriale???? a che serve quindi lo Psicologo Ambulatoriale se al di sopra c’è questo misterioso Specialista?? e soprattutto: il collega che deve essere sostituito può indicare un nome??? Andiamo proprio bene direi!!!! Prima che tu, povero aspirante Psicologo Ambulatoriale,  possa avere la possibilità di essere chiamato devi far fuori, figurativamente,  ben tre colleghi!!! Una strage direi!

Ma l’ottimismo patologico  è sempre in agguato e per spirito di sacrificio continui a leggere e di nuovo la speranza si rianima quando leggi che nel caso di sostituzioni superiori ai 30 giorni l’azienda ricorre direttamente alle graduatorie! Una  bella notizia finalmente…. Ma c’è sempre un ma!!! A questo punto se l’azienda ha bisogno di sostituire a tempo indeterminato un collega può decidere a ragione di aprire un Bando di Concorso per l’assegnazione di quel posto!! Non c’è proprio speranza di essere chiamati e se ci fossero la probabilità è irrisoria.

Alla fine di tutto presa dallo sconforto e anche abbastanza dall’ira inizi a controllare tutto ciò che non ti torna ed è così che ti accorgi di un ulteriore inghippo! Le domande possono essere inviate a tutti i comitati zonali, dato che le graduatorie sono provinciali, e possono essere effettuate per ogni disciplina, che nel nostro caso sono psicologia e psicoterapia. Poiché la crisi è tanta, tutti fanno domanda per tutte le provincie e siccome in Abruzzo di provincie ne abbiamo 4, ci troveremo davanti a  graduatorie che sono pressoché la copia l’una dell’altra moltiplicate per due! Ovvio che il/la povero/a psicologo/a, non ancora psicoterapeuta o che proprio psicoterapeuta non lo vuole diventare, si troverà perennemente agli ultimi posti nella propria graduatoria con una probabilità nulla di essere chiamati. Perché perennemente? Perché la graduatoria viene rinnovata ogni anno ed il fatto che tu sia già stato in graduatoria non comporta punteggio! E poiché l’unico modo di acquisire punteggio è acquisire un titolo di psicoterapeuta o maturare ore nel servizio pubblico a seguito di sostituzioni effettuate, che come abbiamo capito si tratta di evento miracoloso, non vedo come il/ la  povero/a psicologo/a possa salire di posizione! A che serve dunque questa distinzione?? A nulla, chi ha ideato questa “domanda” era solo una persona molto spiritosa….

Ed è così che dalla speranza iniziale si passa alla disperazione…

Questa è la situazione abruzzese ma da una iniziale ricerca sembra che gli psicologi delle altre regioni non siano messi meglio rispetto questa situazione e sarebbe interessate sentire le diverse esperienze.

Passa un altro anno e di nuovo quell’avviso di graduatoria compare sulla bacheca dell’ordine e di nuovo torna la domanda Amletica: Lo cestino o non lo cestino?? A voi la scelta!