Toscana, revisione degli elenchi CTU: una piccola guida

A metà luglio i colleghi fiorentini iscritti nell’Albo dei CTU e dei Periti hanno ricevuto tramite pec una richiesta da parte del Tribunale per la revisione degli elenchi.

Ecco una piccola guida, a cura di AP Toscana, per tutti colori i quali vogliano mantenere l’iscrizione.

Innanzitutto facciamo un passo indietro:

CHI E’ IL CTU?

Il Consulente Tecnico d’Ufficio è quella figura, dotata di speciale competenza tecnica in una determinata materia e di specchiata condotta morale, che assiste il Giudice nel compimento dei singoli atti o in tutto il processo.

Egli mette infatti a disposizione le proprie competenze specifiche per fornire all’autorità giudiziaria gli strumenti e gli elementi utili alla presa di decisione.

Nella specificità della nostra professione dunque, si tratta di tradurre in un linguaggio accessibile il processo di comprensione psicologico degli attori, del sistema di relazioni, e/o del contesto.

Il CTU quindi non decide ma facilita la decisione.

Se il consulente si trova ad operare in ambito penale, viene chiamato Perito.

Ogni Tribunale istituisce l’Albo dei Consulenti Tecnici in materia civile e quello dei Periti in ambito penale. Tuttavia c’è da dire che, allo stato attuale, gli elenchi esistono formalmente ma non sono vincolanti per il Giudice che può scegliere il consulente di propria fiducia anche tra professionisti non iscritti o affidare i vari incarichi ad una rosa, da lui selezionata, di uno o più professionisti in elenco.

L’iscrizione deve essere effettuata esclusivamente ed in una sola sede, presso il Tribunale del luogo di residenza o domicilio professionale.

Di fatto ogni Tribunale, fermo restando le disposizioni generali previste dal c.p.c., ha delle proprie modalità specifiche di iscrizione/mantenimento negli albi, pertanto si invita a verificare le disposizioni della propria sede.

SPECIALE COMPETENZA TECNICA: cos’è, in pratica?

Nel 2003 il CNOP è intervenuto a specificare questo concetto attraverso la definizione di requisiti minimi per l’iscrizione agli albi dei CTU e dei periti.

I requisiti minimi disposti dal CNOP sono:

  • Anzianità di iscrizione all’Ordine degli Psicologi di almeno tre anni
  • Specifico percorso formativo post-lauream in Psicologia Giuridica e Forense
  • Specifiche competenze relative alle aree di svolgimento delle attività

Inoltre per il mantenimento dell’iscrizione: frequenza dimostrata ad almeno un aggiornamento in Psicologia Giuridica o Forense l’anno.

Tali disposizioni tuttavia risultano, nell’operatività, ancora molto generali, pertanto taluni ordini professionali regionali sono intervenuti a specificare ulteriormente il concetto di speciale competenza tecnica.

L’Ordine degli Psicologi della Toscana con la delibera n°G/01 del 12/01/2017 dispone come requisiti minimi di iscrizione agli Albi dei CTU e dei Periti:

  • Anzianità di iscrizione all’Ordine degli Psicologi di almeno tre anni
  • Formazione post-lauream in ambito psicogiuridico di almeno 150 ore complessive o esperienza professionale specifica regressa come CTU, Giudice Onorario o docente
  • Nell’ultimo triennio, esperienza pratica in ambito psicogiuridico (almeno 3 CTP/CTU)
  • Conoscenza della normativa e linee guida in ambito psicogiuridico
  • Non aver riportato negli ultimi tre anni sanzioni disciplinari che comportino la sospensione all’esercizio della professione

Per il mantenimento di iscrizione: aggiornamento in ambito psicogiuridico come relatore o partecipante di almeno 20 ore annue o 80 ore in un quadriennio e non aver riportato sanzioni disciplinari negli ultimi 3 anni.

I colleghi che si trovino ad esercitare nel circondario del Tribunale di Firenze hanno inoltre come riferimento per l’iscrizione o il mantenimento agli Albi dei CTU e dei Periti il Protocollo d’intesa siglato dal Tribunale e Ordini e Collegi Professionali del 14/12/2017 che dispone:

  • Iscrizione all’Albo: la domanda deve essere sottoscritta digitalmente e presentata esclusivamente per via telematica a tribunale.firenze@giustiziacert.it. Dovranno essere allegati:
    • ricevuta del pagamento della tassa di concessione governativa tramite bollettino di cc postale
    • ricevuta pagamento imposta di bollo tramite F23
    • documenti previsti dall’art.16 disp.att.cpc (autocertificazione atto di nascita e residenza, certificato d’iscrizione all’Albo degli Psicologi e titoli)
    • dichiarazione dati anagrafici, stato civile e possesso casella di posta pec
    • curriculum vitae europeo
  • Valutazione delle domande: effettuata entro il 30 settembre per le domande pervenute dal 1 gennaio al 30 giugno, ed entro il 28 febbraio per quelle pervenute dal 1 luglio al 31 dicembre
  • Requisiti necessari:
    • Speciale competenza art.15 disp.att.cpc:
      • Iscrizione all’Albo professionale
      • Formazione tecnico-giuridica di almeno 20 ore con conoscenza del PCT affiancata da specifiche esperienze professionali o produzioni scientifiche
    • Specchiata moralità: incensuratezza e condotta professionale e di vita corretta
  • Mantenimento dell’iscrizione: revisione degli elenchi sistematica ogni 4 anni per la quale è necessario produrre esclusivamente per via telematica all’indirizzo tribunale.firenze@giustiziacert.it e per conoscenza a OPT
    • Modulo d’iscrizione (Mod. RA02)
    • Dichiarazione permanenza requisiti art.15 disp.att.cpc (Mod. RA03)
    • Curriculum vitae europeo
    • Dichiarazione possesso casella di posta pec (Mod. RA02)
    • Dichiarazione insussistenza di sopravvenuti impedimenti ad esercitare l’ufficio (Mod. RA03)
    • Prova di avere partecipato nel quadriennio ad almeno 1 corso di formazione tecnico-giuridica di almeno 20 ore o 4CTU o 8CTP + aggiornamento professionale come previsto dall’art.5 del Codice Deontologico degli Psicologi (Mod. RA03)
    • Curriculum vitae europeo ad uso pubblicazione senza dati personali
    • Documento d’identità

Ma torniamo quindi alla pec ricevuta dal Tribunale di Firenze dai colleghi: che fare?

Se vogliamo mantenere il nostro nominativo in elenco è necessario:

Produrre entro il 30/09/2018 la documentazione richiesta esclusivamente per via telematica all’indirizzo ctu.tribunale.firenze@giustiziacert.it e per conoscenza all’Ordine degli Psicologi della Toscana.

Il modulo d’iscrizione e le dichiarazioni devono essere compilati e firmati digitalmente pertanto è necessario possedere la firma digitale. Fate quindi attenzione perché la richiesta e attivazione della firma non è immediata e i tempi variano a seconda del servizio scelto.

I documenti devono essere scansionati ed inviati in formato pdf.

Files da allegare alla pec:

  • RA02 compilare e nominare come 01_DOMANDA_cognome
  • Documento d’dentità nominare come 02_DI_cognome
  • CV formato europeo nominare come 03_CVE_cognome
  • CV formato europeo per pubblicazione nominare come 04_CVEP_cognome
  • RA03 compilare e nominare come 05_DICHIARAZIONI_cognome

Facoltativi:

  • Corsi frequentati, attestazioni di qualifica, certificazioni, elenco pubblicazioni altra documentazione comprovante la speciale competenza nominare come 06_DOCUMENTI_cognome

I modelli Mod. RA per la domanda di mantenimento d’iscrizione sono stati inviati tramite pec dal Tribunale di Firenze agli iscritti nell’Albo dei CTU, pertanto qualora non si avessero a disposizione, si consiglia di rivolgersi direttamente al Tribunale.

I moduli invece per l’iscrizione sono scaricabili sul sito www.tribunale.firenze.giustizia.it nella sezione modulistica.

Conservate la pec perchè costituisce prova dell’avvenuta comunicazione.

 

Detto questo, mi auguro che tutta questa articolata procedura e richiesta legittima di prove di aggiornamento e competenza professionale, oltre a fornire una tutela nei confronti dell’utenza, serva ad incentivare una maggiore rotazione negli incarichi effettivi dei CTU, che fino ad oggi sono stati pressoché ad appannaggio quasi esclusivo dei soliti professionisti.

Buon lavoro!

Fonti:

Artt. 13 e ss. disp. att. c.p.c. E artt. 66 e ss. disp. att. c.p.p.

Delibera CNOP 20/09/2003 Requisiti minimi per l’inserimento negli elenchi degli esperti e degli ausiliari dei giudici presso i Tribunali

Delibera OPT n°G/01 12/01/2017 Requisiti minimi per l’iscrizione all’Albo dei Consulenti Tecnici e all’Albo dei Periti presso i Tribunali

Protocollo d’intesa tra Tribunale di Firenze, Procura della Repubblica di Firenze, Corte di Appello di Firenze, Ordini e Collegi Professionali, Camera di Commercio, APE Toscana, Camera Civile di Firenze avente ad oggetto le regole per iscriversi e permanere nell’Albo dei CTU del Tribunale di Firenze del 14/12/2017

Mod. RA01: Nota del Tribunale di Firenze inviata via pec agli iscritti nell’Albo dei Consulenti il 16/07/2018

Mod. RA04: Istruzioni per la compilazione della domanda di mantenimento di iscrizione all’Albo dei CTU

 

Glossario:

CTU: consulente/consulenza tecnico/a di ufficio

CTP: consulente/consulenza tecnico/a di parte

c.p.c.: codice di procedura civile

CNOP: Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi

OPT: Ordine degli Psicologi della Toscana
PCT: Processo Civile Telematico