image_pdfimage_print

Gentile presidente e gentili consiglieri,

 Avendo assistito al consiglio dell’Ordine Psicologi Piemonte, in data 16 settembre 2013, abbiamo appreso che sono state deliberate le date delle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio. Le date da voi decise, votate all’unanimità, a quanto abbiamo potuto ascoltare risultano essere le seguenti:

 

–       prima convocazione: 23 dicembre

–       seconda convocazione: 6-7-8 gennaio

 

Ora, quello che ci preoccupa, ed è questo il motivo per cui siamo qui a sottoporvi le nostre riflessioni, è che con la vostra scelta di definire in queste date appena elencate le votazioni, mettete di fatto in grossa difficoltà gli iscritti nel potersi esercitare il loro diritto/dovere di partecipazione alle votazioni per il rinnovi del consiglio.

 Tali date infatti, e ci riferiamo alla seconda convocazione, coincidono e si sovrappongono, nell’unico giorno festivo a disposizione per votare, esattamente  con il giorno dell’Epifania, il 6 gennaio., giorno che ricade ancora in pieno nelle tradizionali feste natalizie.

 Messo da parte lo stupore, la nostra preoccupazione sta proprio nell’evidente, – almeno a noi – difficoltà, nella quale mettete gli iscritti piemontesi nel poter espletare il proprio diritto/dovere di votare

 Come è facile immaginare, chi lavora, trova certamente più agevole andare ad esercitare il proprio diritto/dovere di votare per le elezioni, tendenzialmente durante il fine settimana.

 Non è infatti un caso che tutte le elezioni,vengano posizionate perlomeno dell’arco di un fine settimana e, buonsenso impone, che non ricadano durante giornate che sono dedicate a festività particolari come nel nostro caso, durante l’epifania.

 Sia chiaro, sta nelle vostre facoltà quella di decidere in quali date posizionare le elezioni, ma il problema è forse proprio questo. Vi rendete conto che in questo modo di certo non favorite la partecipazione?

 Ci sono forse delle alternative alle date da voi decise? Certamente: basterebbe anticipare il tutto a prima delle vacanze natalizie.

 La legge 56/89 definisce che le elezioni avvengano nei 30 giorni precedenti alla decadenza del consiglio in carica:

 L’elezione del consiglio regionale o provinciale dell’ordine si effettua nei trenta giorni precedenti la scadenza del consiglio in carica e la data è fissata dal presidente del consiglio uscente, sentito il consiglio. (art.20 comma 1 legge 56/89)

 

Il D.P.R. 25.10.2005 n° 221, definisce poi che  tra una tornata e l’altra passino da 6 a 20 giorni:

 l‘eventuale seconda votazione inizia tra il sesto ed il ventesimo giorno successivo alla prima votazione (D.P.R. 25.10.2005 n° 221, art. 2 , comma 4).

 Ecco la possibilità che poteva e potrebbe essere valutata:

 il nostro consiglio è in scadenza il 12 gennaio, questo significa che si potrebbe a ragion veduta, rispettando ovviamente tutti i vincoli di legge, definire le date delle prossime elezioni anche in queste date che vi sottoponiamo:

 

– il 13 dicembre in prima chiamata

– nel fine settimana del venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 dicembre in seconda chiamata.

 

Basterebbe volerlo. Anche in questo caso, come nel decidere di svolgerle durante il giorno dell’epifania, si rispetterebbe in pieno la legge, ma con l’evidente vantaggio per tutti gli iscritti di essere certamente più agevolati nel poter esercitare il proprio diritto/dovere di votare, avendo un intero fine settimana a disposizione e non ricadendo durante una giornata festiva tradizionale.

 Per chiudere, gentile Presidente e gentili consiglieri, siamo fiduciosi che vorrete accogliere favorevolmente questa nostra proposta che ha come unico obiettivo quello che AltraPsicologia nei suoi valori fondanti: la partecipazione.

 AltraPsicologia Piemonte