Author: luigi-d-elia

image_pdfimage_print

Vogliamo lo Psicologo nelle scuole. Proposta politica nel Lazio

Importante appuntamento Sabato 16 Febbraio a Roma alle ore 21 a Largo Frisullo alla Città dell’Altra Economia. Si discuterà con i colleghi Carlotta Longhi e Roberto Mucelli sulla proposta del Movimento 5 Stelle del Lazio nel cui programma sulla sanità è stato inserito il punto qualificante sulla prevenzione primaria riguardante l’inserimento dello psicologo scolastico su committenza del Sistema Sanitario Regionale. Sono invitati tutti i colleghi a...

Read More

Il surreale opinionismo politico sui diritti degli omosessuali

Non è una novità che si ritrovi al centro del dibattito politico già da alcuni anni il tema dei diritti degli omosessuali ad essere riconosciuti giuridicamente e culturalmente ad essere famiglia. La traiettoria della civiltà che ha portato pari diritti alle donne (certamente non compiuta) sembra oggi riguardare questa parte di cittadini discriminati. Tra qualche decina di anni ricorderanno i nostri tempi con un certo tenero distacco pensando alle schiere di idioti che si opponevano a questi diritti a partire da supposti principi etici, religiosi, psicodinamici, biologici, più o meno come oggi ricordiamo i correttori di bambini mancini, gli...

Read More

L’individuo tardo capitalistico non va in paradiso

In tv stanotte (13/01/2013) una rassegna commemorativa in ricordo di Mariangela Melato. Tra i vari film in programmazione, ho rivisto un capolavoro assoluto di Elio Petri, “La classe operaia va in paradiso” un film che meriterebbe un remake, ma con le condizioni di vita attuali. Tutto quanto viene mostrato in quel film del ‘71 è ancora pienamente attuale. Gli intellettuali contemporanei sono lontani anni luce dalla profondità di analisi sociale e psicologica della condizione esistenziale agli albori del turbocapitalismo. Un film che a quanto pare fu accolto freddamente dalle sinistre di allora in quanto ne svelava già l’inconsistenza. Non...

Read More

Aifon 5, m’hai provocato ed io me te magno!

Lo ammetto, sono un anti-consumista convinto, e qui ci sono le prove, seppure con tutte le contraddizioni ed incoerenze personali legate ad uno stile di vita piuttosto comune, cioè non propriamente quello di un Amish. Provo ad esserlo in modo non ideologico, nel senso che non disdegno affatto il gusto delle nuove tecnologie e delle loro immense potenzialità creative di cui faccio uso, ma provo a fare una sorta di resistenza critica fino all’ultimo minuto proprio perché ne conosco le caratteristiche virali e pandemiche. Una tecnologia in genere obsolescente dopo 1-2 anni, come computer e cellulare, con me lo...

Read More

Quale nesso inconscio tra il clistere e l’agenda Monti?

Quando ho letto questo articolo del Fatto Quotidiano online, mi sono detto che non c’è più niente di cui stupirsi riguardo il piano inclinato e il livello di decadenza che la società italiana ha ormai raggiunto. Pensando di esser preda di un tipico momento di pessimismo cosmico, ho provato a condividere il mio intimo sgomento con gli amici di Facebook ricavandone reazioni controverse. Chi mi diceva, su dai cosa c’è di strano va tutto bene (o madama la marchesa) e chi viceversa si sentiva allineato con me nel sentimento di scoramento. Fino a quando uno stimato collega e blogger,...

Read More